logo area parchilogo area parchilogo area parchi

L'antica riserva di caccia dove si salvano gli animali

Il percorso nel parco della Fagiana, ambiente incontaminato lungo il Ticino

(27 Agosto 2021) - La Fagiana è un importante sito di interesse naturalistico e turistico per chi ama trascorrere del tempo a stretto contatto con l'ambiente incontaminato che segue il corso del Ticino. Nel secolo scorso fu una delle Riserve di caccia più famose: era frequentata anche da personaggi illustri.

La Riserva iniziò ad andare in decadimento dopo che il 4 gennaio 1945 la villa, punto di ritrovo dei frequentatori dell'area venatoria, venne distrutta in un bombardamento. Nel 1984, pochi anni dopo la sua istituzione, il Parco del Ticino acquistò gran parte dell'antico territorio di caccia trasformandolo nell'attuale Riserva Naturale e creò il primo Centro visitatori del Parco del Ticino.Negli anni venne realizzato anche un Museo del bracconaggio.

Alla Fagiana si arriva attraversando l'abitato di Pontevecchio di Magenta e proseguendo in direzione del fiume. Al limitare dell'area boscata c'è un ampio parcheggio dove si può lasciare l'auto. Si prosegue a piedi e in bicicletta. Da subito il visitatore può fare una scelta: proseguire diritto verso il Centro Parco oppure piegare a sinistra ed addentrarsi nel bosco poco più a valle.

Da lì si incontra il centro di recupero della fauna selvatica gestito dalla Lipu, un vero e proprio ospedale dove vengono portati gli animali feriti per i periodi di cura. Durante l'anno ci sono poi delle manifestazioni in occasione della liberazione degli animali curati.

Nell'area della Fagiana si snodano diversi percorsi che permettono di attraversare ambienti interessanti e di scorgere ancora le tracce di dossi e buche del terreno utilizzati dai cacciatori dell'antica Riserva per nascondersi durante gli appostamenti. Attorno alla Fagiana hanno preso corpo negli anni importanti progetti di salvaguardia per il capriolo, il pigo, la trota, marmorata e lo storione. Il progetto di reintroduzione del capriolo, ha dato buoni risultati. I boschi attorno alla Fagiana sono composti da farnie, ciliegi selvatici, carpini ed ontani, vegetazione caratteristica della pianura Padana che solo in poche zone è rimasta così ben conservata. Nei pressi della Riserva è presente anche un piccolo percorso denominato Sentiero dell'Arboreto, con le specie arboree autoctone del Parco del Ticino. E c'è anche un percorso per ipovedenti.



Fonte: QN - Il Giorno, Nazionale

foto della notizia
contatti
© 2021 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf