logo area parchilogo area parchilogo area parchi

EarthPrize International, la 3° Edizione il 10 e 11 Ottobre

AREA Parchi porta la propria testimonianza

(Luino, Lombardia, 06 Ottobre 2020) - Il 10 e 11 Ottobre avrà luogo a Luino la Terza Edizione dell'EarthPrize International, promosso dalla Rete WEEC  e dall'Amministrazione di Luino.
Il Premio nasce dalla convinzione che l'educazione ambientale sia cruciale all'interno della società e per il nostro futuro, e sia dunque una disciplina da promuovere e valorizzare.
La mission di EarthPrize è identificare progetti e buone pratiche promossi da organizzazioni, enti e personaggi che con le loro azioni e progetti valorizzino l'educazione ambientale ed il paesaggio.

Il tema della terza edizione è l'educazione ambientale ai tempi del Covid: verranno presentate e premiate le esperienze di chi, nonostante le difficoltà del momento, ha intrapreso strade alternative ed inventato progetti originali per poter continuare a promuovere l'educazione ambientale e l'attenzione alla sostenibilità.

Anche AREA Parchi, facente parte della rete WEEC, è stata chiamata a portare la testimonianza delle aree protette della Regione Lombardia, che durante il lockdown hanno promosso e dato vita all'evento "Bioblitz Lombardia da Casa Mia" svoltosi a Maggio 2020. 

Per l'edizione 2020 ecco le altre nomination: 

Le nominations internazionali

- lo scrittore americano David Quammen, nominato per la sua attività di divulgazione riguardo il legame esistente tra la nascita di nuove malattie zoonotiche e le attività umane nei confronti dell'ambiente. Il suo libro Spillover. L'evoluzione delle pandemie, pubblicato nel 2012, è stata un'importante riscoperta in questo delicato momento di pandemia globale legata al COVID-19;

- le giovani sorelle indonesiane Melati e Isabel Wijsen fondatrici del movimento Bye Bye Plastic Bags, che hanno ottenuto la messa al bando del polistirolo, dei sacchetti di plastica e delle cannucce dall'isola di Bali, nominate per il loro impegno sociale e per il coinvolgimento di giovani nelle iniziative ambientali.

- la NAAEE North American Association for Environmental Education viene nominata per aver realizzato durante il lockdown un tool con numerose iniziative di educazione ambientale: approfondimenti, webinar, corsi online, workshop per tutte le fasce di età;

- il professore australiano Philip Smith creatore della competizione Speaking4theplanet che si svolge dal 2013 in Australia e utilizza le arti performative per coinvolgere i giovani nell'ideazione e costruzione di un mondo migliore.

Le nominations italiane

- il giornalista e divulgatore ambientale Luca Mercalli, nominato per la sua esperienza decennale maturata nella divulgazione scientifica, particolarmente attenta alle problematiche ambientali;

- l'architetto e urbanista di fama internazionale Stefano Boeri, progettista del Bosco Verticale, nominato per la ricerca di soluzioni innovative e sostenibili in ambito urbano;

- il giornalista e fotografo Franco Borgogno, nominato per l'impegno nella ricerca e monitoraggio dello stato di salute del mare e nella divulgazione ambientale;

- Roberta Cafarotti, direttrice scientifica di Earth Day Italia, che ha organizzato una maratona multimediale di un giorno in occasione del 50° anniversario dell'Earth Day promosso dalle Nazioni Unite, nominata per l'impegno nella promozione di una cultura della sostenibilità anche in tempi di COVID-19, collegando migliaia di italiani direttamente dalle loro abitazioni.

Uno spazio speciale è dato alle esperienze di educazione ambientale realizzate durante il lockdown (tema centrale di questa edizione): educatori, associazioni, professionisti ed insegnanti che hanno trasformato le proprie attività, riadattandole alle nuove necessità imposte dalla pandemia:

- Loretta Castagna, responsabile dell'ecosportello e del centro di riuso creativo del comune di Verona ha realizzato video tramite Facebook per invitare gli alunni a creare oggetti attraverso la tecnica del riuso;

- La Cooperativa Sociale Koiné di Novate Milanese ha promosso la didattica a distanza e ha organizzato centri estivi all'aperto, rispettando il distanziamento sociale, oltre al progetto "Orto a scuola", che ha dato la possibilità di vivere e sperimentare la natura durante il lockdown;

- Maria Lucia Caspani, comunicatore pubblico certificato, ha lanciato l'iniziativa #BePositive per condividere un evento personale positivo accaduto durante il periodo della "Fase 2";

- Paolo Fedrigo, del LaREA dell'ARPA FVG, ha realizzato il portale A Casa con l'ambiente, tramite il quale sono stati messi a disposizione dei ragazzi delle scuole primarie e secondarie di I e II grado spunti di partenza per costruire in autonomia e responsabilità percorsi educativi;

- Arianna Di Paolo dirige l'agriturismo l'Aire e ha proposto l'attività Bimbinmontagna, che ha visto la realizzazione di campi estivi in natura in una fattoria didattica;

- Marcello Bruschini, referente della didattica nell'oasi WWF Cratere degli Astroni, ha offerto a gruppi scolastici una visita guidata dell'Oasi da casa;

- Rosario Volpi, dell'associazione "Educatori senza frontiere" in Madagascar ha proposto attività online su Facebook o per mail da svolgere a casa ogni giorno, per la scuola di formazione per educatori;

- Alessandramarina Dia, insegnante presso l'IISS Einaudi Pareto Palermo, ha portato avanti il progetto di monitoraggio civico A scuola di opencoesione, service learning, lettura di gruppo su tematiche ambientali;

- Sabrina Viciani, insegnante presso Istituto Comprensivo di Anghiari e Monterchi, ha realizzato l'attività Erbario insegnando ai ragazzi tutte le fasi per costruire un erbario a casa;

- Cooperativa Eliante ha promosso iniziative, giochi ed esperienze facilmente riproducibili in casa e con pochi materiali, per fare arrivare la natura a casa nostra. Esplorazioni volanti ha invitato bambini e genitori ad osservare dall'alto i dintorni del proprio quartiere, rilevare gli elementi naturali e immaginare storie su animali e luoghi.

- Silvia Crema, ecologa ed educatrice di Gonzaga, tramite il suo personaggio "Volpe Rossa", in A due passi dalla Natura ha raccontato la vita che scovava nel giardino di casa sua dietro ad una telecamera. Il progetto è stato portato sui social e condiviso con gli insegnanti e i genitori degli studenti.

I premi speciali
Per la prima volta, nell'ambito dell'Earth Prize è stato istituito il premio "Giusta transizione", che l'Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS)assegna a soggetti che si sono distinti nella gestione di progetti miranti a favorire lo sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale con attenzione alle sue implicazioni sociali.

I nominati per il premio "Giusta transizione 2020" sono:
- Rosa Tiziana Bruno per il progetto "Educare al pensiero ecologico: la costruzione di relazioni sostenibili;

- Enel Foundation per il progetto "Open Africa power", iniziativa di alta formazione finalizzata a contribuire allo sviluppo di giovani leader africani nel settore energetico;

- Novamont, azienda leader nelle bioplastiche e nei biochemicals, per aver inserito nel suo statuto valori e obiettivi come la rigenerazione dei territori e la preservazione della salute del suolo.

Un premio speciale alla memoria verrà attribuito a Giulia Maria Crespi fondatrice del FAI e morta quest'anno. Il riconoscimento vuole commemorare il suo impegno – e quello del FAI – nel rispetto, salvaguardia e valorizzazione dell'ambiente.

L'edizione di quest'anno potrà essere seguita anche in streaming, per poter dare la possibilità ad un pubblico più ampio di poter assistere online alla cerimonia di premiazione ed alle conferenze che si svolgeranno durante l'EarthPrize.Per conoscere tutte le nomination, gli ospiti presenti ed il programma completo dell'EarthPrize 2020 visitate la pagina http://www.earthprize.international/

foto della notizia
contatti
© 2022 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf