logo area parchilogo area parchilogo area parchi

La natura in uno scatto Successo per il Bioblitz

(14 Giugno 2021) - Dalla riserva Le Bine di Acquanegra al Parco delle Bertone e alla zona dei prati stabili, dall'area umida di Valle a Castiglione fino al parco San Lorenzo di Pegognaga. Il nuovo fine settimana di Bioblitz è stato un successo di presenze. Filo conduttore degli eventi, la scoperta e la cattura fotografica di flora e fauna, immagini poi condivise attraverso i cellulari e l'applicazione gratuita INaturalist.

Soddisfattissimi alle Bine: molto seguiti un po' tutti gli eventi, ieri, come l'inanellamento scientifico dell'avifauna. Ma il più gettonato è stato l'appuntamento con i ricercatori dell'università di Bologna, ovvero il progetto LIFE4Pollinators, alla scoperta del mondo degli impollinatori: oltre 230 persone, adulti e piccini. Quanto ai vari siti legati al Parco del Mincio, i partecipanti sono stati 67 sabato nell'area umida di Valle a Castiglione delle Stiviere e 74 a Parco Bertone e nei prati stabili (ieri). In totale, 141 persone. Numerose le specie di flora e fauna osservate grazie alle indicazioni fornite ai partecipanti dagli esperti coinvolti: il veterinario ornitologo Davide Aldi, l'ecologo Rossano Bolpagni, i naturalisti Fausto Leandri e Davide Meggiorini, le guide ambientali Corrado Benatti e Giovanni Boni.Tra le esperienze più significative ed emozionanti, il recupero di un giovane esemplare di ghiandaia, affidato alle cure di un centro di recupero dell'avifauna, l'osservazione di una rara prateria di viola elatior.

Al Bioblitz di Valle sabato c'era anche il vicesindaco di Castiglione. Andrea Dara: «Questa è un'area preziosa, ne siamo consapevoli e ci piacerebbe, nell'immediato futuro, poter creare occasioni per coinvolgere le scuole e far conoscere questo luogo. Valuteremo sinergie con le scuole per dar vita ad escursioni in questa zona». Anche l'ex sindaco Sante De Padova, presente alla partenza del primo tour guidato, ha voluto ricordare la valenza di questo luogo, «una della operazioni ambientali più importanti della provincia, con oltre 10mila piante che sono state messe per creare e sostenere questo habitat naturale che va preservato e tutelato».Il tour prevedeva varie tappe, fra le quali quella di ascolto del canto delle varie specie di volatili presenti, su tutte la capinera, oltre alle varie tipologie di aironi, «alcune delle quali sono arrivate qui e testimoniano il cambio climatico in corso, dato che sono uccelli che non si trovano in queste zone». Nella parte umida, invece, è stato possibile osservare anche le tartarughe che vivono nella torbiera, oltre a folaghe e altri uccelli acquatici.De Padova, inoltre, ha ricordato ai presenti che «poco distante c'è una seconda zona umida che ha un valore altrettanto importante di questa Valle, con una torbiera e alcuni corsi d'acqua come il Riale e l'Albana».Al parco San Lorenzo di Pegognaga la due giorni, sabato e domenica, ha riservato eventi dedicati alle relazioni insetti-alberi e agli impollinatori. C'è stata anche una gara di pesca per bimbi. 



Fonte: Gazzetta di Mantova

foto della notizia
contatti
© 2021 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf