logo area parchilogo area parchilogo area parchi

Su due ruote per fuggire dalla routine

(15 Aprile 2021) - La pedalata lungo la Martesana è unica: si può partire dal Duomo e arrivare fino a Lecco Decine di chilometri di piste ciclabili per chi vuole immergersi nella natura ma anche scoprire angoli nascosti della città. Ecco i sentieri a Milano e in Lombardia per gli amanti della bicicletta adatti ad ogni età e tipo di allentamento I percorsi più gettonati, soprattutto nel fine settimana, sono quelli che attraversano i Navigli

S i può fare l'anello che abbraccia la città, o quello andata e ritorno appena fuori porta, c'è il percorso adatto a tutte le bici o lo sterrato in cui è meglio la mountain bike. Si pedala su ciclabili vere e proprie, ma anche lungo itinerari che ogni tanto tocca accontentarsi della strada, magari con qualche slalom tra le auto. In questa primavera in cui lo sport è diventato un'ancora di salvezza, anche la bici è un modo per evadere dall'assenza di alternative della routine quotidiana. La Lombardia ha un numero di percorsi ciclabili difficile da contare: tra mappe principali e piccole, ma sorprendenti, deviazioni, c'è l'imbarazzo della scelta. E anche per chi abita a Milano spingersi verso l'aperta campagna non è un sogno impossibile. Partiamo da qui, dal centro città: i percorsi più gettonati sono i tre che costeggiano i Navigli: Grande, Pavese, Martesana. La ciclabile del Naviglio Grande parte da Porta Genova - la vera pista però inizia a Trezzano sul Naviglio - e arriva fino al Ponte di Oleggio sul Ticino. Sono circa 40 chilometri (solo andata), ma c'è una tappa intermedia a 20 chilometri, Abbiategrasso. Avvicinandosi al Ticino i paesaggi diventano sempre più gradevoli, costellati di ville patrizie. Lungo il percorso sono diverse le deviazioni: una, ad esempio, porta alla ciclabile del canale Villoresi, l'altra all'Abbazia di Morimondo. La ciclabile del Naviglio Pavese parte dalla Darsena, anche qui nel traffico e su un percorso non riservato. La preferenziale inizia a Zibido San Giacomo: faticando per circa 30 chilometri si arriva alla Certosa di Pavia, con altri 6 si può raggiungere il centro storico della cittadina sul Po. La pedalata lungo il Naviglio Martesana ormai è un must per i milanesi: tanto che, piccolo suggerimento, è meglio evitarla nel weekend perché affollatissima. Si tratta di un unicum in città perché, volendo, si può partire da piazza del Duomo e arrivare a Cassano d'Adda o addirittura fino a Lecco senza mai scendere dalla bici: i tratti nel traffico ci sono, ma sono limitati. Si attraversano le ville fuori città, il parco di Cernusco, il ponte di Gorgonzola e dopo circa 30 chilometri si arriva a Cassano D'Adda. Qui inizia una parte sterrata che costeggia il fiume Adda e che passa da luoghi suggestivi come il villaggio operaio di Crespi d'Adda. Se si resta in città, invece, c'è AbbracciaMi, una sorta di futura circle line per le due ruote: avvolge Milano per un totale di 60 chilometri fatti, al momento, di tratti in corsia, strade a basso traffico, parchi e giardini. Non è una ciclabile compiuta, ma un bel progetto che avvicina all'esplorazione della città e delle sue periferie. Semplice è anche raggiungere il Parco di Monza, o partendo da piazzale Loreto o, meglio, dal Parco Nord, facendo tappa alla Villa Reale. Singolare è il Cammino dei Monaci, 65 chilometri che attraversano il Parco Agricolo Sud, il Parco della Vettabbia, l'oasi Wwf di Montorfano e il Parco Locale di San Colombano. Altro tratto frequentato è il Canale Villoresi: 85 chilometri adatti a tutti e percorribili anche a tratti, grazie al raccordo che ha con altri percorsi. Per farlo tutto, si parte da Somma Lombardo e si arriva a Cassano d'Adda. Un'altra ciclabile suggestiva è quella che da Castiglione Olona (Varese) arriva a Castellanza: si snoda lungo la Valle Olona seguendo il tracciato della ex Ferrovia della Valmorea abbandonata. Se piacciono l'archeologia industriale o siti culturali, il Monastero di Torba, ad esempio è il percorso giusto. Scorrendo le vie d'acqua non si può non indicare la ciclabile del Mincio che, seguendo il corso del fiume, parte da Peschiera del Garda e raggiunge Mantova. Lunga 45 chilometri circa è quasi tutta continua, asfaltata e lontana dal traffico. Anche qui, come la Martesana, attenzione alla folla del weekend. Ci sarebbero altre centinaia di percorsi da segnalare, come quelli tra le valli bergamasche o in Valtellina, ma per il momento ci fermiamo in pianura. ©RIPRODUZIONE RISERVATA C O N S I G L I A T I 30 km Naviglio Pavese Dalla Darsena fino alla Certosa di Pavia. La preferenziale parte a Zibido San Giacomo 40 km Naviglio Grande Da Porta Genova (la pista inizia a Trezzano sul Naviglio) fino al Ponte di Oleggio 60 km AbbracciaMi La futura circle line di Milano: si può fare a tratti. Una volta completata permetterà di attraversare la città



Fonte: La Repubblica - Album

foto della notizia
contatti
© 2021 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf