logo area parchilogo area parchilogo area parchi

Agli orti sociali si raccolgono zucche, pomodori e comunità

(31 Agosto 2019) - La Lilla / SottoSopra Vita e storie dentro e fuori le metropolitaneAl Parco Nord funziona la scelta di assegnare a pensionati e residenti piccoli pezzi di terra

Prima di completare la nostra Lilla, lunga tredici chilometri - ma noi, avanti e indietro, sotto e sopra, ne abbiamo percorsi molti di più - , immergiamoci nel verde, a proposito della nuova ondata ambientalista che contagia tutti, dagli studenti universitari agli artisti di fama. Da Ponale prendiamo la M5 per un'altra fermata ancora e scendiamo a Bignami/Parco Nord, punto di arrivo del nostro percorso, che è iniziato sei settimane fa in un incandescente, come temperatura, San Siro. C'imbattiamo subito in qualcosa che colpisce la nostra attenzione, oltre ai cartelli che vietano l'ingresso ai cani: gli "Orti sociali". Il Parco assegna gli orti, che sono tenuti benissimo tra le prime zucche e i pomodori, ai pensionati e ai residenti dei "Comuni consorziati". Tutti questi novelli agricoltori s'impegnano a curare il proprio pezzo di terra, a farlo fruttare e a tenerlo pulito, godendo dei frutti del loro lavoro, che i visitatori del Parco devono rispettare. Una bella iniziativa, nella città dei "boschi verticali", sempre molto attenta all'ambiente. Un modo green per creare una comunità, tra i vicini di orto saranno nate delle amicizie, e per non trascurare il polmone verde di Milano. Rientra nel volontariato anche fare parte delle Guardie ecologiche volontarie, un corpo speciale che pure si occupa del Parco, con particolare attenzione alla biodiversità, lasciandolo quanto più selvatico possibile, intervenendo il meno possibile.
Nella nostra passeggiata nella natura troviamo anche degli asini, che si fanno accarezzare le orecchie e, inevitabilmente, riprendere. Prima di dirigerci verso la nostra ultima tappa sulla Lilla, cerchiamo pure il velodromo, una pista di ciclismo di velocità, alla quale possono accedere solo i ciclisti tesserati e solo alla presenza del personale addetto alla sua gestione. Nel velodromo si può spingere sulle due ruote.
Nel resto del Parco è obbligatorio mantenere un'andatura da passeggio, il che permette di goderselo di più.



Fonte: La Repubblica, Milano

foto della notizia
contatti
© 2019 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf