logo area parchilogo area parchilogo area parchi

Dare il pane agli uccelli acquatici non è un gesto d’amore, può invece essere dannoso per loro

(Mantova, 15 Luglio 2021) -  

Il Parco del Mincio, dopo alcune segnalazioni ricevute da persone che frequentano abitualmente le sponde dei laghi di Mantova, chiede ai cittadini di non distribuire pane o altro cibo in ambiente e ha predisposto alcuni cartelli che con la collaborazione delle Guardie Ecologiche volontarie verranno collocati nei prossimi giorni lungo le rive: chi offe cibo agli animali lo fa in buona fede, convinto di far bene, senza sapere che invece espone la fauna selvatica a possibili danni rischi.

I cartelli spiegano in sintesi le ragioni del divieto, che qui di seguito si articolano più in dettaglio e che sono state redatte con il supporto dell'ornitologo Cesare Martignoni e del veterinario Davide Aldi. Sei buone ragioni che spiegano perché distribuire pane agli uccelli acquatici non è un gesto d'amore ma, al contrario, può causare danni alla fauna selvatica. Eccole:

 –Non serve: gli uccelli acquatici, in particolare quelli prevalentemente erbivori come i cigni, reperiscono senza problemi nel loro ambiente e in modo variato le necessarie risorse alimentari.

– Trovando pane in abbondanza e facilmente disponibile, gli uccelli lo utilizzano come principale risorsa trofica, con possibili scompensi alimentari; in presenza di un cibo di cui sono ghiotti e che risulta essere sempre disponibile, volentieri rinunciano infatti a ricercare nell'ambiente altre risorse necessarie per una dieta variata.

– Gettare pane a terra fa sì che si creino regolari e spesso forti assembramenti di uccelli in spazi ridotti, con conseguenti maggiori rischi sanitari.

– Il cibo lasciato sul terreno funziona da richiamo per altri animali non graditi, come ad esempio i ratti, con i problemi conseguenti. Inoltre, in funzione del principio attivo utilizzato per gli interventi di derattizzazione, possono esserci conseguenze nocive per gli uccelli rapaci: i ratti infatti diventano più facili prede dopo aver mangiato le esche avvelenate.

– Quando il pane viene lasciato in acqua, può creare fenomeni di inquinamento ambientale per eutrofizzazione.

– Il cibo rimasto sparso a terra o in acqua può subire trasformazioni batteriche o micotiche dannose per un successivo utilizzo.

 


(Parco del Mincio)
foto della notizia
Una famiglia di cigni sul lago Superiore
foto della notizia
Una delle segnalazioni arrivate al Parco da Belfiore
foto della notizia
contatti
© 2021 - AREAParchi
c/o Cascina Centro Parco - Parco Nord Milano
Via Clerici, 150 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. 02/241016219 - Fax 02/241016220 - E-mail: areaparchi@parconord.milano.it
 
logologo
sistemaparchi
in collaborazione con:
logologo
 
arpalombardia istruzione lombardia flanet federparchi cets ersaf